martedì 9 dicembre 2014

OMINI DI CIOCCOLATO


Il Natale è praticamente ad "un tiro di schioppo" e come allenamento per la maratona culinaria che mi attenderà nei prossimi giorni, mi sono esercitata con questi dolcissimi e simpaticissimi omini, versione cioccolatosa del più famoso gingerbread man.


All'inizio avevo pensato di cimentarmi nella versione originale, ma in questa parte di Italia centrale le spezie non stanno proprio nei biscotti a parte qualche seme d'anice!
La tradizione, checché ne pensi mia madre che non vuole fare i cappelletti per Natale, motivo di una telefonata alquanto agitata occorsa qualche giorno fa, ce l'abbiamo nel DNA, è scritta nel sangue soprattutto per le faccende culinarie.
Da queste parti, la noce moscata va nella besciamella, la cannella, giusto un pizzico nella torta di mele, i chiodi di garofano per steccare la cipolla che va nel brodo per i cappelletti, ma poi, chi la stecca più la cipolla? Roba d'altri tempi! Lo zenzero... cosaaaaaaaa?
Quindi per prevenire tutti gli   sbruffi, le smorfie e i puah, che schifo, ho preferito realizzare degli omini in cioccolato.
La ricetta per la pasta di frolla al cioccolato l'ho trovata qui .
Le varianti che ho apportato alla ricetta originale sono: il cacao zuccherato al posto di quello amaro, in quanto la dosi di zucchero a velo riportata, mi sembrava insufficiente per il quantitativo di farina indicato, considerando poi che i miei omini non avrebbero avuto nessuna copertura di cioccolato se non qualche piccola decorazione di glassa, per cui ho optato per quello zuccherato e ne ho messo l'intera bustina, nel mio caso, 37,5 gr. 
Lo stesso per lo zucchero a velo: ho messo l'intera confezione, cioè 125 gr. e non la quantità riportata nella ricetta.
Le spezie, la mia sfida personale nei confronti dei palati tradizionalisti dei mangiatori dei miei biscotti: cucchiaino raso di cannella un e un cucchiaino raso di zenzero.
Il risultato: dei biscotti dolci senza essere stucchevoli, profumati di cioccolato e con una lievissima nota speziata che fa tanto Natale e mette d'accordo tutti quanti.
Le decorazioni le ho fatte con una semplicissima glassa di zucchero a velo, acqua e qualche goccia di limone e poi mi sono divertita a realizzare omini con papillon e bottoni di smarties e omini cravattosi.
Amici, colleghi e bambini hanno così apprezzato che nella scatola di latta è rimasto un solo omino ... Ancora per poco. 
Baci baci


PS Mia madre ha Iniziato una tariffa i cappelletti .... Grazie, mamma!

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...